Blog: http://Jericho.ilcannocchiale.it

un pensiero prima che l'anno finisca

UBUNTU
Un antropologo propose un gioco ad alcuni bambini di una tribù africana. Mise un cesto di frutta vicino ad un albero e disse ai bambini che chi sarebbe arrivato prima avrebbe vinto tutta la frutta.
Quando gli fu dato il segnale per partire, tutti i bambini si presero per mano e si misero a correre insieme, dopodiché, una volta preso il cesto, si sedettero e si godettero insieme il premio.

Quando fu chiesto ai bambini perché avessero voluto correre insieme, visto che uno solo avrebbe potuto prendersi tutta la frutta, risposero “UBUNTU: come potrebbe uno essere felice se tutti gli altri sono tristi?”

UBUNTU nella cultura africana sub-sahariana vuol dire: “Io sono perché noi siamo”
(Matteo Gracis)



Se queste parole, trovate in rete e copiate di sana pianta, entrassero nella testa delle persone, forse l'anno che verrà potrebbe essere migliore

Auguri di buon anno a chi si ricorda ancora di me

Ambrosia

Pubblicato il 31/12/2012 alle 1.5 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web