Blog: http://Jericho.ilcannocchiale.it

[il respiro del vento] 43*

- Cecilia?
Da dietro le spalle della bionda spuntò un uomo sulla quarantina, capelli rasati,
nerissimi, quasi blu, barba di tre giorni e orecchino.
- Sei Cecilia?
- Sì mi chiamo così...
- Piacere Valentino, lei è Rochelle, mia moglie.
- Lieta di conoscervi.
- Finalmente ti vediamo, allora esisti...abbiamo sentito parlare tanto di te, credevamo fossi una creatura mitologica!
Sorrise e spezzò la tensione che si era creata con l'apparizione della dea.
- Filippo è passato un'ora fa, usciva con Daniel e Selene.
"Chi è questa adesso?" pensai tra me.
Valentino intuì quello che stavo pensando e chiarì subito l'equivoco
- Selene è la ragazza di Daniel. Per ora!
I due si guardarono e risero di gusto poi mi invitarono ad entrare.
- Avete idea di dove possano essere?
- Credo andassero alla Cambusa. Ehi, dobbiamo a te il ritorno del profeta in patria?
- Non capisco.
A quel punto intervenne Rochelle, che sorridendo spiegò che in seguito ad alcuni contatti con Lara Filippo aveva deciso di tornare definitivamente a casa.
Il cuore accellerò. Deglutii e mi salirono le lacrime.
Valentino se ne accorse e per non mettermi a disagio si voltò chiedendomi se volevo bere qualcosa. Accettai un analcolico, abbassai le mani che avevano iniziato a tremare.
Priorità assoluta trovare Filippo.
Salutai la coppia, completamente rigenerata.
Sul ponte de il respiro del vento Rochelle mi prese la mano e disse:
- Questa non è più la sua barca, l'ha venduta a noi, l'anno scorso. Diceva che destava troppi ricordi. Lui è tornato dalla Spagna con Benedicta. E' ormeggiata al molo 25, nei pressi del pontile.
Ringraziai e puntai direttamente al molo 25.
Avrei aspettato anche tutta la notte al freddo.
Non importava.
Non più.
Questa volta glielo avrei detto.
Questa volta avrei dato quel bacio che aspettava da 16 anni.

Pubblicato il 8/11/2006 alle 13.35 nella rubrica Cose che ho scritto [4].

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web