.
Annunci online

Jericho
E' meglio essere ottimisti, e avere torto, piuttosto che pessimisti e avere ragione


Diario


31 ottobre 2006

il sogno è diventato realtà


è pronto, stampato, esiste materialmente, mi contatteranno nel pomeriggio per la distribuzione...




permalink | inviato da il 31/10/2006 alle 10:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (69) | Versione per la stampa


31 ottobre 2006

tanto per cambiare


e non enfatizzerò mai abbastanza
le due parole "mi girano"
la collega ovviamente è ammalata
(chevvelodicoaffare?)
la capa è avvelenata oltremodo
si richiede l' intervento della direzione
davvero
ieri sera sono passata a trovare la mia amica
Francy in negozio e mi ha detto di aver visto
la collega, in splendida forma, la settimana scorsa
* ricordate tutti la situazione, vero?
non riesco a capacitarmi...
una presa in giro epocale, non ricordo di avere mai
sentito nulla di simile, ma con un precedente del genere
e la totale mancanza di polso della direzione (finora)
al prossimo appunto che mi fanno per la minima stronzata
li mando tutti  in quesl posto, ecco, l'ho detto!
mi sono sfogata, sto meglio
buona giornata







permalink | inviato da il 31/10/2006 alle 9:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


30 ottobre 2006

.....

è nell'aria....




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 23:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


30 ottobre 2006

azz


perennemente in balia degli eventi




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 22:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


30 ottobre 2006

riunione straordinaria


Pausa caffè dopo giornata di fuoco con epilogo
scontato come un saldo alla Coop, la capa
continua nel suo monologo, non riesce a farsene
una ragione...




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 17:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


30 ottobre 2006

sentite questa! (non posso esimermi dallo scrivere!)

la collega se n'è andata
è entrata nell'ufficio della capa
le ha detto che sarebbe andata via prima, oggi
"non ci sto tanto con la testa"
la capa  non è riuscita a replicare
la collega è passata nel mio ufficio
ha detto che andava via prima
le ho chiesto: "stai male?"
pallidissima, occhi lucidi
"no, non è questo, è meglio che oggi vada!"
siccome non sapevo cosa si erano dette
non ho replicato
la capa viene nel mio ufficio
occhi strabuzzati
basita
"hai capito la bambina?"
"l'hai lasciata andare perchè non stava bene?"
"ha detto che era meglio se andava"
ecco, le cose stanno così
ogni giorno una vera e propria transumanza di ragazze serie, laureate,
disponibili a fare lavori modestissimi, anche volantinaggio, che si propongono
e noi non prendiamo neanche il cv
questa, 12 anni meno di noi,
viene al lavoro quando vuole,
non porta certificati (quelli rilasciati dall'ospedale, sempre se è vera la faccenda,
dove sono finiti? visto che oggi diceva di non averne!)
e quando si rompe, si annoia, non ne ha voglia,
tac, prende e se ne va...
la capa deve ancora riprendersi
io ho troppo da fare per stare dietro a loro!




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 17:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


30 ottobre 2006

[il respiro del vento] 37*

Conobbi Severino, l'idraulico che venne ad installare la caldaia nel mio appartamento.
Simpatico, gioviale e decisamente carino, iniziammo ad uscire, lo presentai a Lara e Davide e ai colleghi. Severino era solo un amico, la fiamma non scoccò, per nessuno dei due.
Ci salutammo dopo qualche settimana di frequentazione amichevole.
Mi concentrai sul lavoro e riuscii ad ottenere delle soddisfazioni, ad un prezzo piuttosto alto.
L'atmosfera idilliaca dei primi giorni subì una tragica variazione.
Matilde, la ragazza storica di Roberto, gelosa della nuova arrivata, la sottoscritta
Ferretti Cecilia, s'impegnò non poco a mettere a dura prova i miei nervi, come se non bastasse
la mia posizione lavorativa subì un cambiamento, e quando il responsabile dell'azienda mi convocò nel suo ufficio per propormi la promozione che Irene aspettava da tempo, feci fatica a persuaderlo che lei la meritava di più, considerata l'anzianità.
Di tutt'altro avviso era il titolare, che cercò di convincermi in ogni modo, alzando lo stipendio, concedendo ferie non programmate, addirittura regalandomi un viaggio ai Tropici, come premio fatturato. Irene, che non sapeva come stavano veramente le cose, notando tutti quei cambiamenti, si sentì tradita e iniziò a perpetrare le peggio cose a mio danno. Dimenticava casualmente di porgermi le note, o le telefonate che prendeva per me, facendomi perdere contatti preziosi soprattutto facendo inalberare clienti che avevo reclutato faticosamente.
Quando la piccola scaramuccia si trasformò in una guerra vera e propria, stanca di assurdi
capricci infantili, considerai aperte le ostilità. Roberto, per il quieto vivere provò a spiegarle i retroscena, ma ormai si era spinta troppo oltre: aveva provocato la perdita di un paio di clienti,
molto remunerativi, cercando di sbolognare la  colpa a me, che non mi ero neanche occupata
della transazione. Scoperta dal titolare, non le restò che rassegnare le dimissioni.
Col capo cosparso di cenere mi porse una lettera di scuse, dove metteva nero su bianco tutto quello che aveva fatto e le motivazioni che l'avevano spinta. Non servì.
Avevo imparato che indietro non si torna. Mai. Per nessun motivo.
A mie spese, ma era servito. Ora toccava a lei fare i conti con la sua coscienza.
Filippo arrivò in città mentre ero in Olanda per una fiera.
Quando tornai era già partito.
Tempismo perfetto.
Come se avesse saputo il periodo preciso in cui non sarei stata in città.
Non poteva essere una coincidenza. Non ho mai creduto alle coincidenze!
Quando ne parlai con Lara, la sua espressione reticente non mi convinse.
Neanche un po'.




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 13:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


30 ottobre 2006

squilli di tromba: oggi la collega si è presentata

in ritardo, ovvio, però c'è..
ed è senza certificato..
"non ero mica malata!"
la capa attonita
a me ormai di questa storia non sconvolge più nulla!
per contro, la capa, quando si è ripresa, è andata a prenotare le ferie
eccheccazzo!
Siamo ognuno nel suo ufficio,
non si è mossa una paglia in tre ore...
non le ho detto niente, a parte chiedere come sta,
perchè non mi compete farle cazziatoni o redarguirla,
la lascio sbrigare le sue faccende.
la capa ha notato che è svogliata,
siccome ho un cuore e sono una brontolona, ma non sono una faccia di merda
ogni tanto le tocco il tempo, senza romperle troppo l'anima!
Nel frattempo sono presa da una questione personale
che devo risolvere entro un lasso di tempo brevissimo *_*
Buon appetito




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 12:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


30 ottobre 2006

massima del lunedì


Un migliaio di parole non lasciano un'impressione tanto profonda
quanto una sola azione

Henrik Ibsen


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. citazioni henrik ibsen

permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 10:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


30 ottobre 2006

buongiorno


questa storia dell'ora solare mi ha portato giovamento
stranamente sono sveglia come un grillo :)
e non ho bisogno neppure di caffè (per ora!)
sono ancora a casa e non so cosa mi aspetta in studio...
temo di trovare qualche sms sul cellulare (!)
Buon inizio settimana
più tardi scrivo




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 7:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


29 ottobre 2006

that's the point


non ci sono orari da rispettare,
nè telefoni che squillano
il cellulare è spento,
l'orologio è sopra il comodino
non ci sono appuntamenti
nessuno osa suonare la porta
posso leggere tranquillamente un libro
o guardare i programmi che ho registrato
dormo fino all'ora che voglio
mangio quando e se ne ho voglia
non bevo caffè
la domenica è sacra




permalink | inviato da il 29/10/2006 alle 21:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


29 ottobre 2006

GP Valencia (il duello finale)

Era in prima posizione in partenza però è partito male.
La sua 46 lo ha tradito
E' caduto e si è ritrovato in 20° posizione.
E' riuscito a risalire alla 13° ma non è servito.
Niki Hayden è arrivato terzo e ha vinto il mondiale.
Si sono stretti la mano in corsa
Sportivamente.
Nel nostro cuore è sempre lui l'EROE, il GENIO, il NUMERO UNO
Nonostante tutto
Grande Valentino, anche con la sorte avversa.




permalink | inviato da il 29/10/2006 alle 15:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


29 ottobre 2006

amo quest'uomo


mi è sempre piaciuto il personaggio però dopo aver visto la 4° puntata
della terza serie di LOST è passato al primo posto nella graduatoria :)
fantastico (oltre che buono come il pane!)




permalink | inviato da il 29/10/2006 alle 14:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


29 ottobre 2006

buongiorno

mi sono alzata adesso
sono stropicciata come la carta di un cioccolatino
ho un'emicrania che staccherei la testa e la lascerei sul cuscino
ogni volta che cambiano l'ora rimango rintronata per un po'
Più tardi c'è il Gran Premio di Valencia  poi usciremo
E' una bella giornata.
Ieri ero senza calze e si stava proprio bene..
ora però ho il raschietto in gola, mannaggia!




permalink | inviato da il 29/10/2006 alle 12:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


29 ottobre 2006

mhm

serata strana
cena cinese per 4
LA PARTITA
Lalli ed io abbiamo visto due puntate di Grey's Anatomy 3° serie in lingua originale
Dopo il derby tutti e quattro cappottati sul divano king size a guardare "Linea mortale" e "Daylight" spuntino di mezzanotte con thè verde al gelsomino e kinder brioss :)

Non ho ben capito che ora è ma credo sia tempo di dormire
'night!




permalink | inviato da il 29/10/2006 alle 2:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


28 ottobre 2006

buon we


*l'Inter ha provato a rovinarmelo...azz!




permalink | inviato da il 28/10/2006 alle 22:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


28 ottobre 2006

'night dudes




permalink | inviato da il 28/10/2006 alle 1:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


28 ottobre 2006

ribadisco

tra le poche trasmissioni interessanti in onda in tv la migliore è questa
Lei è fantastica.




permalink | inviato da il 28/10/2006 alle 0:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


27 ottobre 2006

*altra riflessione non collegata al post precedente*


talvolta mi sfugge la logica di certi comportamenti...
probabilmente è un mio limite...
poi penso che si approssima il weekend...
e che per due giorni nulla mi tange
e mi torna il sorriso




permalink | inviato da il 27/10/2006 alle 17:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


27 ottobre 2006

*riflessione estemporanea*

se rinasco non mi faccio più tanti problemi
questo è scritto

* la collega, che ieri pomeriggio in un sms asseriva di voler tornare oggi
"perchè dovrei restare a casa senza fare niente?"
parole sue, assicuro, dopo aver ricevuto una telefonata della capa, ieri sera
l'ha richiamata dicendo che ne ha parlato col fidanzato e che lui voleva che oggi
restasse a casa... (e la parola chiave è voleva!)
con questo ho detto tutto

sono aperte le scommesse per vedere se si presenterà lunedì mattina
francamente me ne infischio




permalink | inviato da il 27/10/2006 alle 16:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


27 ottobre 2006

[il respiro del vento] 36*

Chiusi con Daniel ma non con il mondo.
Un rinnovato ottimismo mi dette l'iniezione di fiducia di cui avevo bisogno.
L'amica della palestra, Irene, in una pausa pranzo, mi confidò che una sua collega
stava mollando il lavoro per trasferirsi al sud e sposare il fidanzato storico e domandò
se conoscevo qualcuno in grado di sostituirla.
Feci un paio di nomi e promisi che l'avrei aiutata a trovare una sostituta, tornando a casa
ne parlai con Lara, per chiederle se conosceva qualcuno, spiegai il lavoro che svolgeva Irene: organizzatrice di eventi.
Conosceva l'inglese, aveva un diploma artistico, era spigliata e comunicativa.
Non aveva nessun titolo particolare, se non una grande intraprendenza e tutto quello che
aveva imparato era esperienza sul campo.
Lara mi guardò, sorrise e disse: "Cecilia, perchè non ci vai tu?"
- Sai l'inglese, hai un diploma scientifico e hai esperienza col pubblico. Dalle il tuo curriculum,
secondo me ti assume all'istante!
Trascorsi l'intera giornata a pensarci. L'idea di lavorare con un'amica, e fare qualcosa di più
creativo che inserire dati e fare conti mi allettava sul serio. Volevo discutere meglio i dettagli
con Irene così mi presentai in palestra mezz'ora prima.
La mia proposta le fece illuminare gli occhi, parlammo più di un'ora, saltando l'ora di pilates,
e finimmo per definire il tutto davanti ad una insalatona in un ristorante vicino a casa mia.
Il giorno dopo presentai al suo responsabile con un curriculum e il migliore dei sorrisi.
Lo impressionai favorevolmente e tornai a parlare con il suo direttore tre giorni dopo.
All'inizio un po' scorbutico, mi analizzò da testa a piedi, mettendomi in imbarazzo,
fu gentile ma distaccato e mi congedò quasi infastidito per avergli fatto perdere tempo.
La mia autostima vacillò solo un minuto poi la rabbia mi fece reagire e cortesemente gli risposi
che avevo un impiego e mi ero presentata per darmi una possibilità di migliorare, sapevo di essere la persona che faceva il caso loro e se non se n'era accorto era lui che ci stava perdendo!
Un mese dopo iniziai a lavorare con Irene e Roberto.
E ricevetti una lettera di Filippo.
Dopo la navigata in solitario verso le isole Azzorre era approdato in Portogallo e aveva trovato un lavoro in una piccola ditta di manutenzione e rimessaggio barche.
Chiedeva come stavo, mi augurava il meglio e prometteva di tornare in estate.
Da Lara venni a conoscenza di una fidanzata (mai menzionata con me) di nome Benedicta.
La lettera finiva con "anche così lontana, se allunghi la mano, lo sai, trovi la mia"
Non sapeva che quelle parole, che volevano essere d'affetto e conforto, erano sottili stilettate.
Non glielo avrei detto mai.




permalink | inviato da il 27/10/2006 alle 12:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


27 ottobre 2006

***


Tutto s'impara, anche la virtù
 Joseph Joubert


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. citazioni joseph joubert

permalink | inviato da il 27/10/2006 alle 8:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


26 ottobre 2006

oggi mordo

LETTERALMENTE
la figa di cera dell'ufficio legale ha appena detto una cosa in vivavoce
che mi ha mandato il sangue agli occhi, inutile dire che le ho risposto
per le rime e la capa è intervenuta per calmarmi prima che la mandassi a stendere :)
pausa estathè in sala ristoro
volevo solo dire che tornando in moto da Albissola Marina ho visto il termometro
che segnava 27 gradi...
si schiatta dal caldo, nemmeno fosse giugno.
Oggi ho le palle girate




permalink | inviato da il 26/10/2006 alle 16:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa


26 ottobre 2006

siccome credo che ve lo stiate chiedendo, vi accontento...anche oggi non c'è!

ore 8.21
sms della collega
"ciao Ambro, la capa lo sa già, non rientro. Un bacio"
Resto a fissare il display, con la stessa espressione basita
di Giovanni in "Così è la vita" quando trova la fiancata della
macchina completamente rigata...
Mi riprendo, salgo in moto, mi catapulto in studio
omettiamo i particolari del tragitto
davanti al portone la capa, candita, sorride e non parla.
Entriamo, apriamo lo studio, accendiamo i pc, controliamo
l'agenda, comunichiamo l'assenza, e iniziamo le procedure
giornaliere.
La situazione è reale, almeno pare.
L'assenza è più che giustificata.
E' il metro di giudizio che è stato utilizzato, che onestamente
non ci garba nemmeno un po'.
Io sono qui da quasi 5 anni, la capa da 13....
lo scorso anno, al rientro dalle Maldive, c'è stato uno sciopero aereo
ed è stata obbligata a fermarsi 24 h in più nel blu dell'oceano indiano.
L'unica telefonata che poteva fare in Italia l'ha riservata al capoarea,
che ha preteso anche un foglio giustificativo dalla compagnia aerea,
per un singolo giorno di permesso, ed era pure nervoso....
tre settimane che la bambina non si presenta e non si muove una paglia...
siamo sconcertate




permalink | inviato da il 26/10/2006 alle 12:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


26 ottobre 2006

serata con le amiche


Ieri sera ho fatto tardi
Samantha è andata via intorno a mezzanotte,
Faith ed io ci siamo infilate in un discorso che
meritava attenzione e abbiamo fatto le 02.00
E' stata proprio una bella serata.
Una delle nostre.
Rimandata da troppo tempo.
Dovevamo vederci per il mio compleanno e non se n'è fatto niente
così hanno organizzato la cena di ieri (Faith grande cuoca)
Un bicchiere di bonarda per il brindisi,
verdura e proteine per cena,
una fetta di Viennetta come dessert,
una quintalata di gocce di cioccolato,
con l'Isola dei Famosi in sottofondo,
un paio di pettegolezzi succosi,
molte risate e qualche segreto svelato
hanno reso la serata veramente piacevole.
Le due socie avevano un regalo per me
mi hanno dato un bellissimo pacchettino*
fasciato con carta piena di girasoli :)
accompagnata da un bigliettino delizioso
dentro c'era una Waterman verde (speranza)
"per firmare gli autografi"
(o le cambiali, ho pensato io!)

*se Faith mi manda le foto le posto più tardi!




permalink | inviato da il 26/10/2006 alle 9:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


25 ottobre 2006

il mondo è dei furbi, dice sempre la mia amica Francy


e ha ragione, cazzarola
ho finito in questo momento di stampare documenti
(mansione che dovrebbe svolgere qualcun altro)
fare colloqui, abilitare al lavoro persone.
Mi sono rifiutata di fare un sopralluogo, così ci è andata la capa....
con la mia moto!
Siamo incazzate, per tutto il pomeriggio
4 telefoni hanno suonato ininterrottamente e 3 stampanti
macinavano documenti in simultanea.
La collega ovviamente non si è fatta viva, di certificati neanche l'ombra,
sembrava che interessasse più a noi che al capo il motivo delle sue
assenze ingiustificate (!!!)
un po' per giustizia, un po' per puntiglio, alla fine l'abbiamo chiamata
ha detto che domani torna al lavoro *_*
non ci credo neanche se la vedo
Ho già avvisato la capa, e non voglio sentire ragioni, che quando torna,
ognuno chiuso nel suo ufficio, non voglio che alzi la testa dalla scrivania
e prima di uscire per il caffè deve cagare sangue.
Stavolta sul serio.
Non provi a far salotto che la impalo!
Questo è quanto.
Ora chiudo la baracca, che alle 20 mi aspettano Faith e Samantha
per la nostra serata tra donne :)
Buona serata




permalink | inviato da il 25/10/2006 alle 18:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


25 ottobre 2006

frammenti di una storia


L'ho letto in vacanza, il primo giorno a Zanzibar.
Ininterrottamente.
Ho smesso per cenare e sono tornata nel bungalow di corsa per finirlo.
Emozionante.
Davvero. E non lo dico perchè conosco l'autore personalmente.
E' proprio un bel romanzo.
E' una storia d'amore e d'amicizia, e ancora d'amore,
fatta di sguardi, momenti, sorrisi, lacrime.
 La vita vera.
Del resto sapete tutti come scrive.
Chi ancora non lo conosce si catapulti senza indugio sul suo blog
Gli auguro di continuare così,
e mi permetto una piccola riflessione:
se le case editrici smettero di sponsorizzare tanti raccomandati
che scrivono porcherie assolute
e dessero più fiducia a persone normali, con idee e talento,
probabilmente l'editoria
non sarebbe così in crisi.

Leggetelo, vi piacerà!




permalink | inviato da il 25/10/2006 alle 13:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa


25 ottobre 2006

ai confini della realtà


Oggi c'è il sole, fuori ci saranno 22 gradi, per quanto mi riguarda l'umore è decisamente alto
Attendo l'arrivo del capo, sperando che la quantità di cose da sbrigare sia sufficiente
da farle dimenticare di me per buona parte della giornata.
La collega ha mandato un sms alla capa, ieri sera, dicendo che le avevano appena comunicato
che aveva perso il bambino (!) > lei dormiva già e lo ha letto stamattina, ha chiamato me,
per chiedere se sapevo qualcosa, ignoravo totalmente, prevedibilmente preoccupata è andata al pronto soccorso ginecologico e poi nel reparto per sapere come stava.
Questioni di privacy le hanno reso le cose un po' difficili, però è riuscita lo stesso a carpire
alcune informazioni. Non risultava nessuna degente col suo nome. Nè in entrata, nè in uscita.
La capa mi parla in tempo reale con l'auricolare, sale al secondo piano, cerca, chiede, si informa
e niente....arriva in studio e le trilla il cell.
Sms della collega: "sono appena rientrata dall'ospedale, chiamami pure a casa!"
Siamo basite. Neppure io, che ho una mente fervida, sarei riuscita ad inventare una storia così!
La capa è ancora sotto shock. L'ha chiamata per chiederle come stava e per comunicarle che la
capoarea le vuole parlare, a prescindere, e di consegnare i vari certificati rilasciati (la visita all'ospedale di lunedì pomeriggio, la dimissione dall'ospedale di stamattina)
la collega ha tipo 3 ore di tempo per far materializzare tutti questi documenti e giustificare le
sue assenze, a questo punto le auguro, di vero cuore, che tutto quello che ha raccontato finora corrisponda a verità.
Buongiorno




permalink | inviato da il 25/10/2006 alle 11:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (29) | Versione per la stampa


25 ottobre 2006

buonanotte, questa notte è per te


La felicità è una direzione, non un luogo




permalink | inviato da il 25/10/2006 alle 0:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


24 ottobre 2006

poveri naufraghi

mi sento in colpa a mangiare guardando l'isola dei famosi!




permalink | inviato da il 24/10/2006 alle 20:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
sfoglia     settembre   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5  >>   novembre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Photo
Pensieri
[Visti per voi] Cinema e tv
Cronaca
Considerazioni
Random
Family portrait
Musica
Cose che ho scritto [3]
Cose che ho scritto [2]
Cose che ho scritto [4]
Libri
Esercizi di stile
Serial addict
Appunti di viaggio
Cose che ho scritto [5]
Consigli per gli acquisti
citazioni
The Twilight Saga
Cose che ho scritto [1]
[memories]

VAI A VEDERE

**DISCLAIMER**
[1] Vania vanesia
[2] I girasoli di Mara
[3] Stellina senza cielo
[4] Il respiro del vento
[5] Anime sospese
**JUKE BOX**
**BLOGGERS**
**IL PESO DELLA MEMORIA**
**IL SECOLO XIX DEL 02.11.2006**
**IL MIO LIBRO IN VETRINA**
**LOCANDINA PRESENTAZIONE LIBRO**
**PRESENTAZIONE LIBRO A ROMA**


 

 

 


        
 
            
  ambroxia_rebel@yahoo.it

 










 


       

CERCA