.
Annunci online

Jericho
E' meglio essere ottimisti, e avere torto, piuttosto che pessimisti e avere ragione


Diario


2 ottobre 2006

[il respiro del vento] 20*

Infatti la mia vita cambiò, dopo neanche un mese.
Un cliente dello studio doveva trasferirsi per un paio di anni a Houston,
e cercava una baby sitter italiana che seguisse lui e la sua famiglia in Texas.
I due figli avevano 4 e 6 anni si chiamavano Marina e Lorenzo ed erano adorabili.
Mi propose un contratto che non potei rifiutare.
Completamente spesata, il weekend libero, un'auto con al quale spostarmi,
uno stipendio dignitoso e la possibilità di tornare in Italia quando volevo.
Detti il preavviso e lasciai il posto a Lara, che nel frattempo aveva smesso di frequentare
i corsi e aveva deciso di trovare un lavoro.
Partii a gennaio. Salutai Lara e i miei genitori, Rita e Martina e chiusi un capitolo della mia vita
per iniziarne uno nuovo. All'inizio non fu facile, il mio inglese maccheronico provocava ilarità negli
altri e una bella dose di nervoso a me, poi, applicandomi riuscii ad impararlo, fino a parlarlo benissimo. Feci amicizia con una ragazza che lavorava nel supermercato nel quartiere dove vivevamo, Julia, ed iniziai ad uscire con lei ed i suoi amici.
Il primo che mi colpì fu Leonard, detto Lenny, ma non nacque altro che una bella amicizia,
il vero colpo di fulmine fu Adam. La versione americana di Daniel.
Per un attimo ripensai a lui, con nostalgia.
Passò subito.
Uscii con Adam per otto mesi, poi rientrai in Italia.
Lara, con la quale mi tenevo costantemente in contatto, raccontò che in quasi due anni Filippo
era tornato tre volte, l'ultima per la morte di suo nonno. Ed era in compagnia della fidanzata neozelandese. Uno schianto! Disse che aveva chiesto di me e se poteva scrivermi.
Nel dubbio Lara disse di non sapere precisamente l'indirizzo ma che se le avesse lasciato un recapito glielo avrebbe comunicato.
Ora la palla passava a me.
Erano più di due anni che non ci vedevamo.
Era di nuovo Natale.
Chiamai per salutare e per dargli appuntamento
Ci saremmo incontrati alla festa di Biagio, un amico della vecchia guardia.




permalink | inviato da il 2/10/2006 alle 13:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sfoglia     settembre        novembre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Photo
Pensieri
[Visti per voi] Cinema e tv
Cronaca
Considerazioni
Random
Family portrait
Musica
Cose che ho scritto [3]
Cose che ho scritto [2]
Cose che ho scritto [4]
Libri
Esercizi di stile
Serial addict
Appunti di viaggio
Cose che ho scritto [5]
Consigli per gli acquisti
citazioni
The Twilight Saga
Cose che ho scritto [1]
[memories]

VAI A VEDERE

**DISCLAIMER**
[1] Vania vanesia
[2] I girasoli di Mara
[3] Stellina senza cielo
[4] Il respiro del vento
[5] Anime sospese
**JUKE BOX**
**BLOGGERS**
**IL PESO DELLA MEMORIA**
**IL SECOLO XIX DEL 02.11.2006**
**IL MIO LIBRO IN VETRINA**
**LOCANDINA PRESENTAZIONE LIBRO**
**PRESENTAZIONE LIBRO A ROMA**


 

 

 


        
 
            
  ambroxia_rebel@yahoo.it

 










 


       

CERCA